Pro loco di Villafranca d'Asti

 
  • Aumenta la dimensione del testo
  • Dimensione del testo predefinita
  • Diminuisci la dimensione del testo
Home Rassegna stampa Il Festival delle Sagre 2007 visto da un figurante

Il Festival delle Sagre 2007 visto da un figurante

E-mail Stampa PDF

LA SFILATA: impazza la festa di leva!

Una convocazione all’ultima ora può regalare sensazioni indimenticabili. La possibilità di risalire sul carro della festa di leva nei panni del segretario comunale dopo aver svolto lo stesso ruolo alcuni anni fa ed aver vissuto nell’allegra brigata dei coscritti più di un’edizione soprattutto le primissime alla fine degli anni settanta. L’attesa per la partenza si consuma in un amarcord intenso e coinvolgente.
Tornano alla mente i momenti trascorsi nella magica atmosfera della leva quando i nostri mazzi multicolori coloravano con autentici arabeschi il cielo azzurrissimo del settembre astigiano. L’euforia per la vittoria mai più ripetuta nell’edizione 1991. La tensione delle vigilie. La fatica delle giornate vissute sulla piazza. L’esultanza per aver terminato tutte le porzioni preparate. E poi, in particolare, il grande dolore per il tragico incidente che ci portò via Elena Rosetto, l’amazzone dei Cavalieri di Valtriversa che perse la vita in quella che rimane la sfilata più coinvolgente, spettacolare e drammatica di tutta la storia di Villafranca al Festival delle Sagre astigiane.


Tanti ricordi e commozione ma quando si svolta in via Cavour il tempo pare essersi fermato. Un bagno di folla che provoca un brivido, lo stesso di tanti anni fa. Lo stesso di sempre. E l’emozione continua. I ragazzi di oggi che ballano con lo stesso entusiasmo. Che coinvolgono e commuovono gli anziani ospiti della casa di riposo presenti in fondo a corso Alfieri. Le note della meravigliosa banda municipale di Villafranca che propone al pubblico le marce dei coscritti. Il ripetersi del rituale della visita di leva che con i ragazzi a torso nudo davanti al medico continuano a strappare applausi e sogni a signore, ormai attempate, davanti allo sguardo vigile ed austero del Sindaco e del segretario.
C’è il ballo a palchetto a testimoniare feste più recenti. Manca, purtroppo, il carro delle signorine di Villa Favorita che tanto successo nei commenti e nei ricordi della gente portò alla Pro loco negli anni passati e che, probabilmente, occorre ripensare.
Ma il successo di una tradizione tutta villafranchese che per nessun motivo va accantonata continua.


I PIATTI: Tagliatelle ai funghi e bonet al cioccolato

Intensa l’emozione per la sfilata sia per chi è direttamente coinvolto sia per chi la vive da spettatore. Ma poi occorre fare i conti con il pubblico dei commensali per misurare il successo in termini veramente "reali". E qui la giovane pro loco ha veramente ottenuto un grande risultato.
Lunghe file di gente in attesa alle casse sin dalla serata di sabato. Ancora tanta gente assiepata in attesa dei piatti fumanti ha letteralmente stretto d’assedio la casetta villafranchese. Notevoli apprezzamenti registrati tra la clientela che ha optato per le tagliatelle ai funghi che personalmente ho trovato sublimi. Incessanti i ritmi tenuti dai cuochi (complimenti Baragna, beato tra le cuoche!), aiutanti e camerieri.
I passaggi allo stand sono stati quantificati in circa due intere Villafranche sfamate nell’arco dei due giorni artigiani delle Sagre.
Poi, quando sul Festival 2007 è calato il sipario, è entrata in azione la squadra di carpentieri e manovali che ha provveduto a tempo di record a smontare il cantiere allestito per lo stand. Un lavoro faticoso dopo una settimana intensissima che comprende i principali appuntamenti del Settembre ma ben organizzato ed effettuato con grande allegria.
Lo spirito giusto che deve animare la Pro loco in ogni momento. Per continuare una storia di successi che dura da trent’anni. E Villafranca, quest’anno, grazie a questo gruppo meraviglioso ha vinto ancora!

 

Articolo a cura di Gianmala

 

Cerca nel sito

Login

Chi è online

 21 visitatori online

Prossimi appuntamenti

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sui nostri programmi e sui prossimi eventi

Chi siamo