Pro loco di Villafranca d'Asti

 
  • Aumenta la dimensione del testo
  • Dimensione del testo predefinita
  • Diminuisci la dimensione del testo
Home Rassegna stampa 26 febbraio 2010: Assemblea Pro Loco

26 febbraio 2010: Assemblea Pro Loco

E-mail Stampa PDF

Voglia di crescere

Ieri sera, 26 febbraio 2010, si è svolta in sala Virano l’annuale assemblea della pro loco. Il consiglio direttivo ha presentato i risultati del 2009, relazionando sui risultati delle singole manifestazioni fatte.

Una pro loco che riesce a muovere oltre 80 mila euro, facendo investimenti in attrezzature per oltre 22 mila, merita senz’altro un plauso. Questa realtà è rinata dopo un periodo di crisi troppo lungo, fatto di incertezze, mancanza di trasparenza e polemiche distruttive. Ricominciare era una sfida difficile. Un gruppo di giovani guidati da Massimo Dezzani lo ha fatto, ottenendo in pochi anni risultati più che buoni. Questo gruppo ha dovuto  confrontarsi con l’immagine di quella pro loco che aveva nei vari Sergio Sesia, Giancarlo Malabaila, Angelo Benotto, Pina Franzero (per citarne solo alcuni) i riferimenti fondamentali: tutti “mostri sacri” che avevano dato al paese una lunga stagione di successi e di iniziative importanti. Venire dopo di loro sarebbe stato un compito arduo per chiunque. Bene ha fatto la nuova pro loco ha scegliere la propria strada, senza rimanere legata ad un’idea di passato, ormai logora, che era sbagliato pensare di riproporre tal quale. Questo gruppo di giovani ha un merito, che credo debba essere di insegnamento un po’ a tutta Villafranca: aver dimostrato che, lavorando, pezzo dopo pezzo, si può diventare più forti, cambiare e vincere. E’ la dimostrazione che il lavoro e l’impegno pagano e portano comunque a dei risultati positivi. Quante volte chi ha un po’ di esperienza nella vita pubblica si sente ripetere che “tanto non cambia nulla”, “la gente non ha più voglia”, “non c’è più fiducia”, “non ne vale la pena” e via di questo passo? Troppe. Troppe volte per giustificare il disimpegno, la mancanza di idee, la paura di agire, l’incapacità di stare al passo con i tempi che cambiano e mostrano esigenze diverse. Mi auguro che quando verranno gli inevitabili momenti più difficili o quando ci saranno persone che decideranno di lasciare e dedicarsi ad altro, ci sia sempre nel gruppo la convinzione di aver fatto un lavoro utile per migliorare il paese e che questo venga trasmesso ai nuovi che si faranno avanti. Senza aver mai paura, in ogni momento, di confrontarsi con idee diverse dalle proprie: anche questo serve a crescere.

Nei programmi per il 2010: molto positiva la voglia di tornare a vincere nelle sagre astigiane; utile e necessaria anche l’idea di studiare una nuova impostazione per ridare spinta alla festa del tartufo. Personalmente, sono d’accordo con l’obiettivo di dedicarsi ad iniziative culturali: in questo senso, mi piacerebbe veder nascere una collaborazione con la Biblioteca, entità che ormai vive sottotono da parecchio tempo ed avrebbe bisogno di un forte rilancio.

Al sostegno della nuova pro loco ha senz’altro contribuito la convenzione con il Comune: documento che è stato approvato anche dal nostro gruppo di opposizione nell’ultimo consiglio comunale ( www.paolovolpe.it/2010/02/25/il-consiglio-comunale-approva-le-convenzioni-con-pro-loco-parrocchia-e-vininvilla).

 

Quindi, complimenti al presidente Massimo Dezzani, che comunque si è formato alla scuola di quei “mostri sacri” ai quali accennavo prima. Complimenti al direttivo: Sara Bussone, Mario Cerruti, Francesca Fiorentino, Sonia Giaretti, Luca Turato, Elena Cataldo, Anna Forneris, Davide Lorusso, Federica Maccioni, Lorenzo Salvadore, Mirko Vergano e Oscar Zedda. Auguri alla nuova entrata Veronica Ambanelli, che ha preso il posto lasciato libero da Maristella Mendola qualche mese fa. Un grazie a tutti quelli che hanno dato alla pro loco  il loro contributo.

Articolo a cura di Paolo Volpe
http://www.paolovolpe.it/2010/02/27/26-febbraio-2009-assemblea-della-pro-loco/

 

Cerca nel sito

Login

Chi è online

 8 visitatori online

Prossimi appuntamenti

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sui nostri programmi e sui prossimi eventi

Chi siamo